IDEE E PROGETTI

HomeMagazineFoodIdee e progetti

La Strada del Vino ai tempi del Coronavirus: da Agrigento parte la "bottiglia solidale"

Per contrastare gli effetti negativi del Covid-19, l'associazione che riunisce cantine e aziende agroalimentari dell'Agrigentino lancia una nuova iniziativa: come partecipare

Balarm
La redazione
  • 10 aprile 2020

La Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi, l’associazione nata lo scorso anno che riunisce cantine e aziende agroalimentari dell’Agrigentino, lancia una nuova iniziativa per far fronte agli effetti negativi del Covid-19.

Si tratta della bottiglia solidale: una raccolta fondi che permetterà con un semplice click di acquistare una bottiglia di vino o di olio di una cantina o azienda della Strada.

Il ricavato contribuirà per il 50% alla campagna di solidarietà Gofundme in favore dell’ASP di Agrigento già promossa da celebri personaggi agrigentini: Silvio Schembri, Pino Cuttaia, Piero Barone, Lello Analfino, Gianfranco Iannuzzo, Sergio Friscia, Daniele Magro.

L’altro 50% servirà a sostenere i comuni della Strada: Agrigento, Naro, Campobello di Licata, Favara, Sant’Angelo Muxaro, Raffadali, Canicattì. Gli utenti che vorranno sostenere la causa, acquisteranno la propria bottiglia preferita a un prezzo di mercato del web. Il 25% dell’utile andrà in beneficenza.



A sostenere il progetto anche le associazioni e gli enti soci della Strada: Federazione strade del vino siciliane, Slow Food Agrigento, AIS Sicilia, Distretto Turistico Valle dei Templi, Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi, CoopCulture, l’agenzia di comunicazione EC e la testata giornalistica Diario di Sicilia DdS, che con entusiasmo hanno condiviso il progetto.

Gli acquisti delle bottiglie avverranno tramite la piattaforma www.terracottashop.it , un sito e-commerce a suo tempo creato per la vendita dei prodotti firmati Diodoros e oggi declinato per questa iniziativa della Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi. «Ognuna di queste aziende sarà rappresentata in e-commerce da due etichette della linea di
produzione di vino e di olio», afferma il direttore dell’associazione Fabio Gulotta.

Il sito è già consultabile e l’e-commerce è di facile utilizzo. Successivamente sarà possibile seguire l’andamento delle campagne o chiedere informazioni sui profili social.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI