RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Come si prepara il "pane cunzato": la ricetta (anche per gli stranieri) spiegata in un video

Il "pane dei poveri" è uno dei più tradizionali pasti della cultura gastronomica siciliana. Annalisa Pompeo spiega la ricetta nell'ambito del nuovo format del Parco Valle dei Templi

Balarm
La redazione
  • 26 dicembre 2020

Nascono dalla terra, crescono nell'aria, si nutrono di sole. Esattamente come i templi, perché con loro dividono equamente gli spazi. Olivi, viti, mandorli, capperi e le api che qui sono a loro agio: la terra antica li ha accolti da sempre.

E oggi tornano protagonisti, grazie al marchio Diodoros del Parco Valle dei Templi, un progetto innovativo che miscela sapientemente attenzione per il paesaggio, sostenibilità ambientale e prodotti del territorio.

Ora Diodoros fa il salto in avanti. Il progetto, infatti, viene promosso tramite un format particolare e del tutto inedito, ideato da CoopCulture – concessionaria dei servizi al pubblico del Parco - in collaborazione con la Valle dei Templi - e affidato alla food blogger Annalisa Pompeo (che con GoSicily da anni propone corsi di cucina e tour enogastronomici per turisti stranieri) e al videomaker Marco Gallo.

Cinque puntate e cinque ricette per un prodotto a settimana. Nasce così Diodoros Food Exhibition, ovvero esperienze - fruibili gratuitamente sui canali web e social del Parco, - un vero e proprio percorso virtuale tra paesaggio, biodiversità coltivata e produzioni agricole.

Ecco la prima delle video ricette dedicata al "Pane Cunzato". Un "maccicuni" di "Pani, ogliu, Pepe e sardi salati" che tradotto significa un pezzo di pane condito con olio, pepe e alici.

Era il pane dei "Poveri" ed è uno dei più tradizionali pasti della cultura gastronomica siciliana. Nelle giornate lavorative nelle campagne, si inventò l’abitudine di arricchire il pane di sapori, odori e condimenti di poco costo e facile reperibilità.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI