TELEVISIONE

HomeMagazineLifestyleSocietà

Chi per passione, chi per tradizione, chi per necessità: ecco i tre siciliani in gara a Masterchef

Per la prima volta in gara sono addirittura tre gli aspiranti cuochi provenienti dall'Isola: i palermitani Azzurra D’arpa e Francesco Genovese e la nissena Daiana Meli

Balarm
La redazione
  • 28 dicembre 2020

I tre concorrenti siciliani di Masterchef 10

In Sicilia quando vuoi dimostrare del bene a qualcuno, in qualunque momento del giorno, gli domandi: "Hai mangiato"?

Lo sanno bene tutti, ma veramente tutti, i siciliani e coloro che esportano questo ritornello affettivo in qualunque parte del mondo si trovino.

Che la cucina, o meglio l'arte talentuosa dei fornelli, sia un atto d'amore è ben noto ed è per questo che, ogni anno, non sorprendono le storie di quanti partecipano ai talent a tema, primo fra tutti Masterchef Italia, presentato nuovamente da Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli e Bruno Barbieri.

Nella decima edizione, che in queste settimane sta andando in onda su Sky e NowTV, si parla abbondantemente siciliano.

Per la prima volta, infatti, ad essere in gara sono addirittura tre aspiranti cuochi provenienti dall'Isola: due palermitani e una catanese.

Tre promesse dei fornelli con tre prefessioni di certo lontane dagli stessi ma che stanno dimostrando di essere, non solo preparati, ma soprattutto traboccanti di quella passione necessaria per arrivare fino in fondo alla gara.



In particolare da Caltanissetta (ma vive e lavora a Catania) arriva l'avvocato Daiana Meli (a dx nella foto), 32 anni, che ha sperimentato la sua predilezione per le ricette grazie al fidanzato, il suo primo fan.

Passare dalle aule del tribunale al set televisivo non è stato facile, soprattutto per la famiglia di Daiana.

I suoi genitori, infatti, non l'hanno proprio spronata e partecipare ma la giovanne "donna di legge" ha assecondato il suo istinto in vista anche del suo sogno nel cassetto: aprire un ristorante di cucina tradizionale siciliana rivisitata in chiave moderna.

Dal capoluogo, invece, arrivano con un carico di storie altrettanto particolari, Azzurra D’arpa e Francesco Genovese.

La prima, croupier di 37 anni, rincorre in sogno di aprire un "food truck" per portare in giro le ricette che mamma e nonna le hanno insegnato quando era piccola, diffondendo il gusto delle tipiche pietanze siciliane.

Francesco Genovese, invece, bancario alla soglia dei 60 anni vive il talent Masterchef come riscatto da una brutto momento che ha attraversato nella sua vita familiare.

Dopo la morte della moglie, infatti, suo malgardo ha dovuto mettersi alla prova ai fornelli per cucinare per il figlio.

Il rituale inizia già dal fare la spesa per Genovese che, tra l'altro, è molto preparato anche nell'apparecchiare la tavola. Coronamento di un buon servzio.

In bocca al lupo dunque ai talenti siciliani che, di sicuro, lasceranno una traccia in questa decima edizione di Masterchef.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI