ECCELLENZE

HomeMagazineFoodMangiar bene

Dal cioccolato di Modica al pomodoro di Pachino: tutto il buono della Sicilia ora si chiama DOS

Una nuova denominazione mette finalmente insieme tutto il DOC e l'IGP dell'Isola e tutela e valorizza i prodotti siciliani di qualità riconosciuta e certificata

Balarm
La redazione
  • 21 dicembre 2020

Cioccolato di Modica

Il cioccolato di Modica, il pomodoro di Pachino, il pistacchio verde di Bronte e quello di Raffadali, la carota novella di Ispica e la ciliegia dell’Etna, il formaggio ragusano e il Piacentunu ennese, il formaggio pecorino siciliano, la provola dei Nebrodi e la vastedda della Valle del Belice. E ancora l’olio Monte Etna, l’olio Monti iblei e quello Val di Mazara, la pesca di Leonforte, insieme alla Rete Ovinicoltori e al Progetto Natura.

Le eccellenze gastronomiche siciliane hanno deciso di fare rete ed è nata DOS Sicilia - Denominazione d’Origine Siciliana che mette insieme tutto il DOC e l'IGP dell'Isola.

La nuova associazione è costituita da 15 soggetti tra consorzi, associazioni e filiere produttive che stanno adottando il marchio QS-Qualità Sicura, garantita dalla Regione Siciliana.

L’obiettivo è sostenere la tutela e la valorizzazione di prodotti di qualità riconosciuta e certificata.

Ed era ora. Per quanto infatti la Sicilia nel 2019 abbia conquistato il primato della maggiore crescita in termini percentuale del fatturato delle produzioni a marchio, in valore assoluto rimane pur sempre una piccola realtà, soprattutto rispetto a produzioni nazionali come Parmigiano Reggiano, Grana Padano e Prosciutto di Parma che da sempre costituiscono la punta di diamante dell’agroalimentare di qualità tutelato, protetto e conosciuto nel mondo.



Ma una piccola realtà dalle enormi potenzialità, come si dice sempre. Qualche settimana fa l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera aveva sollecitato la creazione di un’unica associazione per meglio organizzare, promuovere e rappresentare gli interessi e gli obiettivi dei consorzi che mettono insieme le aziende siciliane produttrici di eccellenze.

«Abbiamo dotato i nostri consorzi di un utile strumento di supporto, anche finanziario – dice Bandiera. - Adesso avanti, insieme, verso la ulteriore valorizzazione delle nostre produzioni di qualità e la promozione delle eccellenze siciliane in tutto il mondo».

A guidare l'associazione DOS nella veste di presidente è Massimo Todaro, professore associato di “Nutrizione e alimentazione animale” presso il Dipartimento Saaf dell’Università di Palermo. «La necessità di costituire un'associazione capace di rappresentare gli interessi delle produzioni di eccellenza siciliane – dichiara il neopresidente Todaro – era avvertita da tempo da tutti i consorzi, e auspicata a tutti i livelli, europeo, nazionale e regionale sia in sede politica che tecnica».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI