CURIOSITÀ

HomeMagazineTurismoViaggi

Sono afrodisiache ma non si mangiano: la CNN svela due "potenze erotiche" siciliane

Il sito web dell'emittente statunitense ha dedicato un articolo a due isole siciliane dotate di poteri magici e afrodisiaci, ideali per chi cerca notti appassionate. Ecco quali sono

Balarm
La redazione
  • 8 ottobre 2020

Il faraglione La Canna che si erge dal mare nei pressi dell'isola di Filicudi

Sono incontaminate, selvagge ed estremamente hot, dice la CNN, e non solo a causa delle elevate temperature e del meraviglioso paesaggio vulcanico con piccole eruzioni costanti.

Stiamo parlando di Stromboli e Filicudi, le due splendide isole delle Eolie, dotate secondo alcuni, riporta l’emittente statunitense, di poteri magici e afrodisiaci ideali per chi è alla ricerca di notti appassionate.

Non che qualcuno abbia bisogno di una scusa per approdare in questo bellissimo angolo della Sicilia, si legge ancora, ma per alcuni un viaggio qui è più di una vacanza: può essere un'esperienza che cambia la vita.

Pare che Stromboli, uno dei vulcani più attivi del mondo, sia il più afrodisiaco delle isole. È caratterizzato da piccole eruzioni, anche ogni 15 minuti circa. Lo scenario nero corvino contrasta con l'acqua trasparente color acquamarina e la fila di case bianche di calce che va dal porto dell'isola alla sua spiaggia di Piscità.



Di notte, quando la temperatura dell'aria si raffredda, le strade e i marciapiedi sono caldi al tatto e le pareti di pietra grezza irradiano calore. Ci sono gite in barca di notte che consentono ai visitatori di ammirare i fuochi d'artificio di lava sotto il cielo stellato. Sarà anche per questo che molti lo considerano un posto molto sensuale, un'isola di fuoco e passione.

Un’esperta di vini del territorio intervistata dalla CNN sostiene addirittura che molte persone, che intraprendono un viaggio di otto ore fino al cratere, amano spogliarsi e sdraiarsi a pancia in giù sul terreno per sentire meglio le eruzioni e le vibrazioni attraversare i loro corpi.

Anche i profumi notturni unici di Stromboli sembrano complici nella crescita della libido. E pare che il responsabile sia soprattutto il gelsomino notturno, presente nella maggior parte delle abitazioni dell’isola, con i suoi fiori bianco-verdastri che sbocciano solo quando il sole tramonta.

Pare che la fragranza di questa pianta abbia il potere di rilassare le persone, combattere lo stress e alleviare le tensioni quotidiane e che sin dai tempi antichi sia considerata afrodisiaca.

Originariamente trovato in climi più tropicali, la leggenda narra che l'esploratore italiano Cristoforo Colombo riportò il gelsomino notturno dal Nuovo Mondo e questo trovò un habitat ideale in luoghi estremamente caldi come Stromboli. Ma la maggior parte della gente del posto dice la pianta è indigena, una "figlia del vulcano".

La vicina isola di Filicudi non è da meno quanto a potenza erotica con i suoi elementi naturali "sexy" che includono faraglioni fallici e grotte appartate (“lover’s cave” la chiama la CNN) che si dice siano frequentate da coppie che, con il pretesto di usarle per ripararsi dal sole, finiscono spesso per concepire bambini. Soprattutto “La Canna”, alto 71 metri, dove pare che i pescatori locali che accompagnino in barca i turisti ad accarezzare la roccia dalla forma insolita per avere fortuna in amore.

E poi naturalmente, ad accendere l’atmosfera sono annoverati la natura intaminata, dato che c’è un solo villaggio di pescatori, Pecorini a Mare, con case color pastello e un'unica strada che percorre l'isola e i ricci di mare crudi che vengono serviti su gustosissime bruschette.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI