CURIOSITÀ

HomeMagazineLifestyleSocietà

Dopo Melania una first lady siciliana alla Casa Bianca, Jill: "I miei nonni erano messinesi"

Dopo settimane folli è arrivato il giorno dell'insediamento del nuovo presidente degli Stati Uniti. L’attenzione si sposta, come sempre, anche sulla “first lady”

Balarm
La redazione
  • 21 gennaio 2021

Jill Tracy Jacob Biden

L'insediamento avvenuto il 20 gennaio e segna uffialmente l'inizio del mandato di Joe Biden come 46° presidente degli Stati Uniti e di Kamala Harris come vicepresidente.

L’attenzione si sposta, come sempre, anche sulla “first lady”, anche per smorzare un po' la tensione dopo queste settimane "folli". Per approfondire la figura della “neo first lady”, insegnante, scrittrice e filantropa americana, allora si arriva fino in Sicilia.

La moglie di Biden, infatti, Jill Tracy Jacobs, ha origini messinesi: sarebbe Gesso, il paese natale dei nonni paterni Gaetano e Concetta Giacoppa.

Trasferitisi negli States agli inizi del ‘900 il cognome cambiò, come spesso accadeva allora, prima in "Giacoppo" e poi nel definitvo "Jacobs". Anche il bisnonno paterno di Jill era siciliano: Gaetano Giacoppa, classe 1856, sposò Concetta “Jennie” Squadrito, anche lei nata in Sicilia.

Ma facciamo un passo indietro e ripercorriamo questa rotta Messina-New York” che potrebbe rafforzarsi con i risultati elettorali che tutto il mondo attende.



Orgogliosa di appartenere alla comunità italoamericana della Pennsylvania la donna ha sempre ricordato le sue origine siciliane. «Anche se Concetta e Gaetano hanno cambiato i loro nomi hanno sempre portato un pezzo di Italia», ha raccontato Jill durante un evento virtuale dei democratici italoamericani e riportato dall'Adnkronos.

«Ricordo ancora il pranzo tradizionale italiano: spaghetti, polpette, braciole, la casa profumava di origano, basilico, pomodori freschi e aglio, mi ricordo mio nonno che ci dava a tutti il pane italiano tostato e diceva "finire a tarallucci e vino", che significa che non importano le differenze, finiamo sempre la cena come una famiglia», ha aggiunto Jill, che sembra voler continuare a coltivare le radici italiane.

«Ho dei ricordi bellissimi dei giorni passati in cucina con mia nonna, mia madre e quattro sorelle, è stato in quella casa che ho cucinato la mia prima salsa di pomodori», ricorda la possibile first lady.

Insomma, c’è da mettere in conto, dunque, una possibile visita della coppia presidenziale in Sicilia dove di sicuro verrebbero accolti in gran trionfo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI