NATALE

HomeMagazineLifestyleMamme e bambini

Le iniziative quelle belle: per i bimbi meno fortunati a Palermo il giocattolo è "sospeso"

Ideato un progetto solidale per regalare un sorriso e un giocattolo ai bambini meno fortunati di Palermo in occasione delle prossime festività: ecco come partecipare

  • 10 dicembre 2019

Il periodo di Natale, ogni anno, è sempre la fonte d’ispirazione per le iniziative più belle: “Il Giocattolo sospeso” è il progetto solidale patrocinato dalla parrocchia San Michele Arcangelo di Palermo per regalare un giocattolo ai bambini meno fortunati dei Danisinni.

Non c’è nulla di più bello che vedere il sorriso di un bambino felice, e per farlo quest’anno basta veramente poco. Seguendo le orme dell’antica tradizione napoletana del “caffè sospeso”, secondo cui è buona abitudine a Napoli lasciare in sospeso al bar un caffè già pagato da regalare a chi è meno fortunato, anche Palermo vuole replicare sotto altra forma l’esperimento benefico con il progetto solidale “Il Giocattolo sospeso” per donare un giocattolo ai bimbi della parrocchia Danisinni.

Una bellissima iniziativa promossa da Padre Alerio della parrocchia San Michele Arcangelo di via Sciuti, simbolo di amore, umanità e compassione che è stata accolta ben volentieri da tanti negozi di giocattoli e librerie della città, in cui si potrà acquistare, lasciandolo in sospeso, un giocattolo, un libro o un dono natalizio che poi sarà consegnato il 24 Dicembre ai bambini della parrocchia Danisinni da Frate Mauro.



"L'iniziativa è nata in modo molto naturale per regalare un sorriso ai bambini che vivono particolari situazioni di disagio e, mettendosi nei loro panni, si percepisce l'importanza che danno al semplice gesto di scartare un regalo o alle piccole attenzioni" - dice Padre Alerio.
"Fare del bene all'altro è sempre un buon messaggio di catechismo e di crescita da trasmettere a tutti i figli perchè, una volta ogni tanto, non è giusto solo ricevere ma bisogna anche saper dare".

"Ci auspichiamo che occasioni come il Natale diventino il prestesto per far diventare questi gesti di solidariteà uno stile di vita, delle buone abitudini che ognuno di noi dovrebbe mantenere tutto l'anno per ricordarsi sempre dei bambini che vivono in contesti familiari e sociali in cui nulla è dato per scontato".

Un piccolo spiraglio di luce e solidarietà che in tante città d'Italia sta diventando un fenomeno virale: a Roma ad esempio il "Giocattolo Sospeso" è affidato ai "Portieri di Quartiere" che si occupano di raccogliere i regali e i pacchi natalizi da donare alle famiglie più in bifficoltà la sera della viglia di Natale.

Questi gli esercizi commerciali di Palermo aderenti: Sara Giocattoli, Via Volturno 33/35, La Cicogna, Via Notarbartolo 43, Giocheria Leopardi, Via Leopardi 57/59, Mastro Geppetto, Via Lo Jacono 22/C, Libreria & Family Bar Carabà, Corso Calatafimi 287, Iniziativa “Il libro sospeso” Dudi Libreria, Via Quintino Sella 71.

I giocattoli saranno consegnati alla parrocchia dei “Danisinni”, martedì 24 dicembre.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI